In un momento in cui si parla sempre più di Industria 4.0, processo che tende all’automazione industriale per migliorare la qualità produttiva degli impianti, la OMAZ ha lanciato il suo nuovo sistema di gestione automatico per l’allevamento avicolo: l’OMAZ CONTROLLER PLUS. Si tratta di un prodotto che consente di governare in maniera smart l’automazione dell’impiantistica interna del capannone. Il tutto con un interfaccia user friendly e con possibilità di agire in remoto tramite App da smartphone, tablet e altro in tutto il mondo, agevolando così anche la teleassistenza. L’allevamento OMAZ diventa sempre più interattivo e innovativo.

Questo nuovo sistema è in grado di gestire: ventilazione a banchi o in modulazione con inverter; finestre gestite in funzione della temperatura, pressione negativa o a posizione con sensori a potenziometro; allarmi a doppio livello e gestione chiamate tramite combinatore telefonico ed invio mail di allarme; luci led in modulazione con curve per diversi periodi; gestione mangiatoie e carico scarico mangime distribuito tramite silos pesati; gestione uova ( Eggs Save, spostamento e raccolta); gestione acqua e contabilizzazione; report giornalieri dei consumi e del rapporto di conversione; registrazione dei valori minimi e massimi dei sensori presenti (temperatura, umidità, CO2, NH3, NH4); gestione sistemi pulizia.

La OMAZ, azienda leader di settore con oltre sessant’anni di esperienza, è sempre attenta e pronta nell’innovazione dei prodotti e nei processi.

I mercati di oggi e del futuro richiedono e richiederanno un’avicoltura sempre più al passo con i tempi – le parole di Giuseppe Quadrini, presidente OMAZ -, con sistemi fruibili, capaci di essere di estrema utilità. OMAZ CONTROLLER PLUS permette di gestire l’impianto anche in remoto, per un allevamento ancora più attento al benessere dell’animale. Una prerogativa, quest’ultima, che porta vantaggi, implementando una produzione di alta qualità.

Seguendo questa filosofia, la OMAZ è molto soddisfatta dei risultati delle sue nuove linee di voliere Open Space, sia per ovaiole che per pollastre. Sono le ultime evoluzioni dell’azienda marchigiana, che si focalizzano su alcuni modelli che possono essere completati con il nuovo sistema di controllo degli spazi sotto la voliera FCS (brevetto esclusivo OMAZ). Il mercato avicolo del resto richiede sopratutto tecnologie che vadano verso allevamenti con animali liberi. La OMAZ si contraddistingue per la qualità delle materie prime utilizzate e i risultati, confermati dai principali gruppi avicoli italiani, hanno promosso a pieni voti le linee di voliere Open Space.